Sorvegliare e redimere – Andrea Amatiste

Visit Project

  • Sorvegliare e redimere - Andrea Amatiste

 

Sorvegliare e redimere al di là del Tevere.
Assistenza, punizione e redenzione a Trastevere, attraverso i documenti dell’Istituto Luce

 
A cura di Andrea Amatiste
Giovedì 16 Novembre 2017, ore 16.00
Teatro dei Dioscuri | Via Piacenza, 1b -Roma
 
L’incontro sul tema “Sorvegliare e redimere al di là del Tevere. Assistenza, punizione e redenzione a Trastevere, attraverso i documenti dell’Istituto Luce”, a cura di Andrea Amatiste, è organizzato dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, nell’ambito della manifestazione “Educare alle mostre, educare alla città”, una serie di visite alle mostre, incontri, approfondimenti per una lettura ragionata della storia della città, dal centro alla periferia.
 
Nel corso dei secoli, Trastevere (dal latino trans Tiberium: regio trans tiberina, in quanto “al di là del Tevere”) accoglie una moltitudine di persone legate al fiume e al suo porto, e si sviluppa come una stazione di transito, quasi un luogo di confino per tutti coloro che non possono varcare il Tevere ed entrare nella “città nobile”.
 
Il governo pontificio lascia il rione così com’era stato creato dai romani delle origini, un crogiolo di rifugiati, di mercanti di passaggio, di gente in attesa di essere ammessa “entro le mura”, insomma, una specie di anticamera.
E’ in questo contesto che prende forma una particolarità unica e singolare di Trastevere: nascono difatti ospedali e soccorsi per i “malati poveri”, opere di assistenza che si occupano di orfani, case di carità “per donne di malaffare” che vogliono redimersi, istituti di correzione per fanciulli, strutture carcerarie.
 
Riprendendo le parole di Michel Foucalt, si sviluppa pertanto tutta una serie di istituzioni, sia pubbliche che private, ”per incasellare, controllare, misurare, addestrare gli individui, per renderli docili e utili nello stesso tempo“.
 
Attraverso una selezione di documenti d’archivio dell’Istituto Luce, si pone l’accento proprio su questa caratteristica di Trastevere, su quest’ambivalente atteggiamento verso le parti più deboli della società, in bilico tra assistenza, punizione e redenzione.
 
Andrea Amatiste si occupa di gestione e valorizzazione di beni culturali fotografici, audiovisivi, archivistici. Laureato in Storia Contemporanea all’Università La Sapienza di Roma, con una tesi sulla fotografia di propaganda durante il fascismo, Dal 1995 al 2012, lavora presso l’Istituto Luce – Archivio Foto-Cinematografico, occupandosi di conservazione e valorizzazione del materiale fotografico e audiovisivo.
Nel 2009 ottiene un contratto di collaborazione scientifica con il Musée du Louvre di Parigi – Photothèque du Département des Arts de l’Islam per la gestione e la valorizzazione del patrimonio fotografico del Dipartimento.
Dal 2012 al 2017 lavora presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, all’interno della Direzione Generale Biblioteche e Istituti culturali, svolgendo funzioni relative alla tutela del patrimonio bibliografico ed al rapporto con gli istituti culturali.
Attualmente collabora con LAND Comunicazioni s.r.l., svolgendo attività di ricerca storica e iconografica per la realizzazione di documentari dedicati all’arte, alla musica, alla storia, al territorio e al paesaggio italiano.
 
 
INFORMAZIONI
Orario
Giovedì 16 novembre 2017
ore 16.00
Durata: circa 90 minuti
Incontri gratuiti con prenotazione obbligatoria.
Per prenotare telefonare al numero 060608 (tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00)
Numero di persone limitato a seconda dell’incontro.
È previsto il rilascio dell’attestato di formazione.
 
CREDITI FORMATIVI SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA
La partecipazione a cinque incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Studi storico-artistici (triennale); Storia dell’arte (magistrale); Storia, Antropologia, Religioni (triennale); Scienze storiche (Età moderna-Età contemporanea / magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.
UNIVERSITÀ DEGLI STUDI ROMA TRE
La partecipazione a sei incontri, attestata, dà diritto agli studenti dei Corsi di: Scienze dell’Architettura (triennale); Architettura-Progettazione architettonica (magistrale); Architettura-Progettazione urbana (magistrale); Architettura- Restauro (magistrale), al riconoscimento di due crediti formativi universitari.
ACCADEMIA DI BELLE ARTI
La partecipazione ad otto incontri, attestata, dà diritto agli studenti al riconoscimento di due crediti formativi.
Informazioni e prenotazioni
Tel. 060608 tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.00
Prenotazione obbligatoria: max 70 persone
Organizzazione
Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali
Progetto a cura di Nicoletta Cardano
Il ciclo I luoghi della scienza a Roma. Collezioni e musei è ideato e curato da Federica Favino, Dipartimento di Storia, Culture, Religioni – Sapienza Università di Roma.
Il ciclo La città delle donne: fonti e narrazioni è ideato e curato dalla Società Italiana delle Storiche.
Collaborano alla realizzazione del programma i Volontari del Servizio Civile Nazionale, progetto della Sovrintendenza Capitolina “Educhiamo Insieme”.
Si ringrazia la Fondazione Primoli.
 

Comments are closed.